TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

mercoledì 22 febbraio 2017

LA FONDAZIONE "MADONNA DELLO SCOGLIO" DONA UNA COPIA DELLA SACRA EFFIGIE ALL'UFFICIO DEL GENIO CIVILE DI REGGIO CALABRIA

                                                                  La sacra effigie raffigurante la Madonna dello Scoglio

   L’ufficio del Genio Civile di Reggio Calabria, che svolge le funzioni di vigilanza sismica sulle costruzioni edilizie private e pubbliche sul territorio provinciale, ha concesso l’autorizzazione ad edificare a Placanica il Santuario della Madonna dello Scoglio.
L’opera a carattere religioso è voluta fortemente dal mistico Fratel Cosimo secondo il quale si concretizzerebbe così, un desiderio della Madre di Dio, espresso alla sua persona  in una delle sue apparizioni avvenute nella valle di Placanica  nel lontano 1968.
Lunedì 20 febbraio 2017 scorso, è stato lo stesso Fratel Cosimo a compiere il gesto semplice ma simbolico, di fare dono ai tecnici dell’ufficio regionale di una artistica copia della Statua della Madonna dello Scoglio venerata nella cittadina sulla costa jonica reggina.
Un incontro breve, quello avvenuto tra Fratel Cosimo, il dirigente dell’ufficio regionale del Genio Civile reggino ingegner Achille Labrini e il  funzionario architetto Rosario Imeneo, durante il quale l’uomo di fede, a nome della Fondazione Madonna dello Scoglio,  ha espresso il sentito ringraziamento ai tecnici regionali, per la conclusione positiva dell’iter di verifica  del progetto costruttivo del Santuario.
Infatti, l’autorizzazione regionale avviene a quasi quattro anni di distanza dalla solenne posa della prima pietra del Santuario che, benedetta da papa Francesco, è avvenuta il giorno 1 giugno 2013 alla presenza di numerosi fedeli e di autorità civili militari, e le funzioni religiose era state svolte da monsignor Giuseppe Morosini all’epoca vescovo della diocesi di Locri, oggi alla guida dell’arcidiocesi metropolitana di Reggio Calabria-Bova.
Progettista è l’architetto Mario Occhiuto, attuale sindaco di Cosenza, che ha previsto di realizzare  su un'area di circa 18.600 metri quadri, un santuario capace di accogliere al proprio interno circa tremila persone.
L’architettura studiata  è molto simbolica in quanto, vista dall’alto sarà una raffigurazione della Vergine Maria. Il percorso dei fedeli si snoderà intorno ad una principale grande struttura ovale, come ovale è il volto mariano, il cui tetto sarà dipinto con i tratti del viso della Madonna; quindi, sul lato destro sarà edificata una seconda struttura, che seguirà i tratti del volto e il profilo dei capelli della Vergine. La struttura principale si svilupperà su quattro piani che ospiteranno, tra l'altro, la chiesa madre, alcune cappelle, una biblioteca, sale conferenze e aree espositive, e la casa canonica. È previsto anche un campanile alto circa 60 metri.