TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

lunedì 30 giugno 2014

EMERGENZA RIFIUTI IN CALABRIA: l’Assessore Pugliano, un incosciente fuorilegge



Le proposte di  Francesco Pugliano, per la soluzione dell’emergenza rifiuti, sono totalmente fuori da ogni regola. La differenziata non è un’optional, ma una Legge da rispettare.  

     La Calabria diventerà la seconda terra dei fuochi in Italia? Probabilmente si!
La responsabilità è tutta da addebitare alla pessima Politica Regionale e prima ancora che a Francesco Pugliano, assessore all’Ambiente, a tutta la Giunta Scopelliti e al Consiglio Regionale che non è riuscito nei tre anni di piena attività a legiferare in merito a un settore così importante come quello dei Rifiuti Solidi Urbani. 
Inutile rivangare le varie vicissitudini Commissariali Regionali, in merito alla questione rifiuti. Sarebbe superfluo, vista la notorietà dei fatti e degli episodi a dir poco inconcepibili.
Dopo oltre quindici anni di mala gestione della spazzatura, oggi i cittadini Calabresi  si  ritrovano a dover affrontare, oltre la conseguenza dell’inquinamento ambientale e i rischi di carattere igienico sanitario, anche un altro aumento della tariffa riguardante il c.d. servizio di raccolta rifiuti.     
Tutti ormai conoscono le Disposizioni e le Direttive statali oltre che quelle comunitarie, alle quali, obbligatoriamente, gli Enti locali e le Regioni devono fare riferimento per la regolamentazione e l’attuazione del servizio di raccolta rifiuti. L’unico a non essere erudito in materia, sembra proprio l’Assessore all’Ambiente della Regione Calabria, Francesco Pugliano. Il quale, sostenendo che non ci siano alternative, propone, interventi provvisionali, del tutto fuori Legge e altamente costosi che, andrebbero ad aumentare ancora ulteriormente le tariffe per il servizio di raccolta rifiuti.  
Tranne pochi comuni Calabresi, uno in particolare quello di Saracena, dove il Sindaco Gagliardi ha predisposto un servizio differenziato per la raccolta rifiuti, eccezionale, invidiabile e da esempio per tutti gli altri comuni della Calabria. Per il resto è un dramma.
Vista l’inerzia delle Amministrazioni locali a far partire la differenziata nei propri territori e la mala politica Regionale, fino a qualche mese fa guidata dall’ex Governatore Giuseppe Scopelliti, incapaci di risolvere il problema rifiuti per come previsto dalle Norme Nazionali e Comunitarie, l’Assessore Francesco Pugliano, ha pensato bene di risolvere il problema, predisponendo il trasferimento della spazzatura in siti di altre Regioni, sperperando risorse pubbliche e aumentando le tariffe ai cittadini.
Una filosofia politica, oltre che sbagliata, anche illegale e soprattutto dubbia, che fa pensare a male. E per “male” mi riferisco a possibili “intrallazzi” con associazioni poco legali che in collaborazione con l’Assessore Pugliano, potrebbero approfittare della situazione drammatica che si è venuta a creare in Calabria nel settore dei rifiuti urbani, per ottenere facili guadagni.