TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

martedì 4 dicembre 2012

COME SI CREA UNA VORAGINE?... CON L'IGNORANZA E LA STRAFOTTENZA



Voragine in Via Cardinale Portanova

  
    Tutto ha origine da un flusso di acqua incontrollato.
Nei centri urbani, la maggior parte delle volte le voragini sono la conseguenza della mancata manutenzione delle condotte idriche, ovvero, delle riparazioni fatte in modo pessimo o, addirittura mai effettuate.
Capita spesso di vedere lungo le strade o nei marciapiedi, dei cedimenti lineari o circolari simili a dei mulinelli. Orbene, sotto ad ogni evento del genere scorre un flusso di liquido che, può essere di varia natura: acqua potabile, acqua meteorica, fognatura, acqua d’irrigazione, ecc.  
Succede spesso, soprattutto dalle nostre parti, dove, l’ignoranza va sempre a braccetto con la strafottenza e gli addetti alla manutenzione, quasi sempre, risolvono il problema del cedimento del manto stradale, caricando sull’area interessata cemento o asfalto, senza tenere in conto che, al 99% delle volte, sotto c’è una perdita. La quale, col tempo, crea una voragine, a volte di notevoli dimensioni, capace di inghiottire anche un intero fabbricato o, come più spesso capita, un autoveicolo in transito.
Reggio Calabria detiene il primato Nazionale delle voragini Urbane, dentro le quali, la maggior parte delle volte ci sono finiti autoveicoli, fortunatamente, senza tragiche conseguenze per le persone.
Il recente avvenimento, accaduto nell’area della Villetta di Santa Caterina, dove, un grosso automezzo dei Vigili del Fuoco è stato interamente inghiottito all’interno di una voragine, dovrebbe servire da lezione per i Tecnici dell’Amministrazione Comunale, i quali, sia per superficialità, sia per ignoranza, la maggior parte delle volte non intervengono come si deve, di fronte ad eventi che lasciano senza ombra di dubbio, presagire effetti devastanti.
Purtroppo, l’indimenticabile Poeta Nicola Giunta, aveva visto giusto quando scrisse:
Chistu è u paisi aundi si perdi tuttu, aundi i fissa sunnu megghiu i tia, u paisi i m'incrisciu e mi 'ndi futtu ed ogni cosa esti fissaria. 
La Città di Reggio Calabria è segnata da un destino atroce, soltanto un incantesimo potrà salvarla. Oppure un Sindaco che abbia il coraggio di prendere a calci in culo i dipendenti Comunali strafottenti.