TUTTI HANNO DIRITTO DI MANIFESTARE LIBERAMENTE IL PROPRIO PENSIERO CON LA PAROLA, CON LO SCRITTO E OGNI ALTRO MEZZO DI DIFFUSIONE. LA STAMPA NON PUO' ESSERE SOGGETTA AD AUTORIZZAZIONI O CENSURE (Art. 21 Cost.)

Libera nella rete i tuoi pensieri

Puoi utilizzare questo Blog per comunicare liberamente le tue opinioni. Manda il tuo articolo a: pieromarciano@gmail.com, sarà pubblicato integralmente.

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò

"Opinionando" By Pietro Vincenzo Marcianò
La grandezza di un uomo si misura dal coraggio che ha di dire la verità e non dalla capacità di nasconderla (P. V. Marcianò)

venerdì 5 ottobre 2012

PER IL GOVERNO MONTI, REGGIO CALABRIA E' L'ULTIMO PENSIERO? ...OPPURE C'E' DELL'ALTRO?




  Quanto tempo dovrà ancora passare? Affinchè il Governo Monti ufficializzi quello che ha già deciso in "camera caritatis".
Quando a Roma arrivò la relazione del Prefetto Vittorio Piscitelli, allegata alla relazione della Commissione d'Accesso, qualcuno aveva già dato il proprio parere, senza neanche aprire il plico. "Si dovrà per forza sciogliere",.. disse!! 
Sono passati due mesi da quel giorno e, come si suol dire, se la "coglioneggiano". IL CASO REGGIO NON E' STATO ANCORA TRATTATO.
Cosa c'è sotto questa trascuratezza? ......Eppure avevano già deciso!!.
Si tratta soltanto di menefreghismo? Per una Città che non conta più nulla, diventata oramai una palla al piede per tutti e, utilizzata soltanto per "intrallaziamenti" politico-affaristici e per spremere voti.
Potrebbe anche darsi che dietro questa apparente trascuratezza del Governo Monti, si celino invece grandi interessi politici e manovre occulte, volte al raggiungimento degli obiettivi personali di qualche personaggio lestofante che, non si fa nessuno scrupolo nel vendere a scopi elettorali la Città, al miglior offerente.
I politici Calabresi sono quello che sono. Spesso mancano di volontà quasi sempre di capacità, ma di una cosa sono molto capaci: riescono ad intrecciare e porre in essere compromessi anche con il Diavolo.
Pertanto, ho il sospetto che a Roma (complice il Ministro Cancellieri) si stia tirando la corda sullo scioglimento del Consiglio Comunale, per permettere ai lestofanti della politica di mettere a segno qualche colpo gobbo a beneficio della mala politica e, non certo dei Cittadini che, sono sempre costretti a subire tutti i mali che la società deviata produce.